Chi siamo: produttori di detersivi naturali e detergenti professionali

Bensos produce detersivi naturali

Bensos produttrice di detersivi naturali: da quando e… perché?

Siamo attivi sul mercato della produzione di detersivi ecologici dal 2007, però i nostri primi studi specifici sulla detergenza risalgono al 2002. Siamo motivati alla tutela dell’ambiente e della salute, ma anche alla soluzione dei tipici problemi che si presentano in casa.

I primi prodotti di pulizia: detergenti e detersivi naturali ai quali si è rivolta la nostra attenzione sono stati proprio quelli di maggior utilizzo in casa, forse perché… servivano anche a noi!

Il Lavapiatti a mano, il Lavastoviglie domestico e il Brillantante (avevamo già scoperto che l’aceto non fa bene alla lavastoviglie!) per la cucina, il Lavabiancheria per il bucato e il Multiuso “senza risciacquo” per le pulizie di pavimenti e superfici varie: ognuno di essi ha avuto bisogno di mesi, talvolta di anni per essere messo a punto, prove su prove… Poi via via sono venuti gli altri, alcuni dei quali sono stati completati in minor tempo: l’esperienza ci aveva insegnato qualcosa, fortunatamente!

Sapevamo che poteva essere interessante e stimolante, e soprattutto utile all’ambiente, occuparsi anche dei detersivi per uso professionale. Così, parallelamente ai prodotti per uso casalingo, iniziammo a formulare anche un Lavabicchieri (un lavastoviglie professionale specifico per il lavaggio dei bicchieri, sviluppato in seguito nei Lavastoviglie Professionali per Acque Dure e per Acque Addolcite). Questo e alcuni prodotti domestici entrarono nella prima parte della sperimentazione dell’Università di Brescia, riguardante la biodegradabilità dei prodotti finiti, la tossicità per gli organismi acquatici e la tossicità per il profilo genetico delle cellule (ne parliamo qui → link). Entrarono anche in un brevetto!

I detergenti per il corpo e le creme sono arrivati in un secondo tempo, quando cominciava ad esserci una clientela che ce li chiedeva (questo era importante, essendo partiti da zero un po’ di tempo prima) e, anche, quando ci siamo resi conto che avevamo ormai acquisito le competenze e l’esperienza sufficienti. In effetti, provate a pensare: ancora più dei detersivi, i detergenti per il corpo devono essere particolarmente ben studiati per poter escludere l’utilizzo di sostanze dannose per la salute! Non andrebbero quindi realizzati da chi sottovaluta (o non valuta affatto) le tossicità a lungo termine… cosa purtroppo piuttosto diffusa! Per non parlare delle creme, che rimangono sul corpo e vengono assorbite completamente.

Lo staff
Silvia Palladini, Dr.ssa in Chimica[email protected]
(iscr. nr. 227 Ordine dei Chimici della Provincia di Brescia) – Direzione Tecnica, Ricerca e Sviluppo per la produzione di detersivi naturali anche ad uso professionale.

Marco Cattaneo, P. Agrario – [email protected]
Responsabile Commerciale.

Debora Borra
Reparto Produzione

Bensos e la Responsabilità d’Impresa

Nell’ottobre 2007 Bensos si è iscritta all’Albo Fornitori della Provincia di Milano.
Questo ente ci ha chiesto di partecipare al Progetto “Vicini alle imprese”, che consiste nell’aderire a un Disciplinare, ossia una serie di criteri che rappresenta il compendio di alcune normative che certificano il comportamento di un’azienda.
Vengono messi in particolare rilievo gli aspetti riguardanti la Responsabilita’ Sociale d’Impresa (trattamento dei dipendenti, valutazione di come i propri fornitori si comportano con i loro dipendenti; aspetti ambientali; modo di porsi sul mercato, etc.).
Il rispetto dei vari punti descritti nel Disciplinare presuppone che l’azienda sia gia’ in regola con gli adempimenti di legge (es.: normativa sulla sicurezza), ma che sia anche disposta a comportarsi volontariamente in modo piu’ virtuoso.

Una piccola azienda che fa lo sforzo di conformarsi alle numerose regole di questo Disciplinare deve necessariamente avere tali temi gia’ nel proprio essere. Cosi’ e’ per Bensos, che ha considerato questa iniziativa come un’opportunita’ per dimostrare quali sono i principi sui quali si e’ sempre basato il suo lavoro.
In questo progetto sperimentale, a carattere gratuito e svolto con la consulenza dell’ente certificatore Bureau Veritas, a ogni azienda è stato assegnato un punteggio, a seconda del grado con cui ottempera ai criteri del Disciplinare; tale meccanismo considera e promuove la capacita’ dell’impresa di migliorarsi, ponendosi degli obiettivi e testimoniandone l’avvenuto raggiungimento.

Gli argomenti considerati nel Disciplinare, con i rispettivi riferimenti normativi, sono in seguenti:

PERSONE e AMBIENTE DI LAVORO:
salute e sicurezza; liberta’ di associazione; gestione e valorizzazione delle persone; orario di lavoro, ferie e permessi; retribuzione; lavoro minorile; lavoro coatto; fornitori; sistema di gestione. [Rif. normativo: Standard SA8000, Standard ISO 18001.]

AMBIENTE:
politica e aspetti ambientali; fornitori; sistema di gestione. [Rif. normativo: Standard ISO 14001, Standard EMAS.]

CLIENTI E QUALITA’ DEL PRODOTTO:
rapporto con il cliente; realizzazione del prodotto; fornitori; sistema di gestione. [Rif. normativo: Standard ISO 9001.]

GESTIONE D’IMPRESA ed ETICA NEGLI AFFARI.
[Rif. normativo: ISO 26000 (Draft), Standard Valore Sociale, GRI (Global Reporting Initiative).]

RAPPORTI CON LA COMUNITA’.
[Rif. normativo: Linea Guida OCSE, ISO 26000 (Draft), Standard Valore Sociale, GRI (Global Reporting Initiative).]

In ottemperanza a quanto richiesto nel Disciplinare sopra descritto, Bensos ha stilato una Carta dei Valori Aziendali. Tale documento, lungi dall’essere una mera lista di considerazioni vaghe e vuote di significato, vuol essere una presa d’impegno reale, con la coscienza e la passione che contraddistinguono il nostro lavoro.

Dal 2010, per meglio venire incontro al D.Leg. 81/2008 (ex 626) e pesare meno sulle nostre schiene e su quelle degli utilizzatori, abbiamo scelto di utilizzare il formato 20 L al posto del formato 25 L per le taniche.
Flaconi, taniche e taniche pieghevoli sono composti unicamente in HDPE (polietilene alta densità), escludendo materiali multistrato, che non sono riciclabili. Le etichette sono in PP (polipropilene), perfettamente riciclabile insieme all’HDPE. Non utilizziamo materiali solubili in acqua lentamente biodegradabili (come l’alcool polivinilico, diffusamente usato per i sacchettini idrosolubili).
Nel frattempo abbiamo avuto varie collaborazioni con enti locali quali: Comunità Montana Vallesabbia (tirocini di persone svantaggiate), Cooperativa La Cordata – C.S.E. Centro Socio Educativo Arcobaleno (educazione all’autonomia di persone disabili).

Sosteniamo con donazioni annuali varie ONLUS quali: Emergency, Medici Senza Frontiere, SoleTerre.

Abbiamo lavorato parecchio sulla selezione dei fornitori di materie prime e di servizi. In particolare, acquistiamo preferibilmente ingredienti provenienti da Paesi in cui ci sia un controllo sulle aziende riguardo alle pratiche ambientali, sindacali e di sicurezza dei lavoratori (Italia, Europa occidentale, Stati Uniti d’America, Israele); controlliamo in caso di dubbio che le singole aziende abbiano preso impegni scritti in tal senso. L’acquisto di materie prime prodotte in Estremo Oriente ha carattere occasionale (quando ci serve una piccola quantità all’ultimo momento, in attesa che arrivi l’ordine programmato) oppure è conseguente alla delocalizzazione effettuata da fornitori europei (i quali pertanto garantiscono il rispetto dei loro standard anche nei prodotti materialmente realizzati in quelle località); quest’ultima opzione è legata in particolare a prodotti di specialità, di cui esiste un solo produttore mondiale.
Si tratta di una scelta importante: le materie prime cinesi costano generalmente molto meno di quelle europee. Pensiamo però che sia più giusto fornirsi da produttori che trattino bene i loro dipendenti e che rispettino l’ambiente.
Abbiamo fatto una scelta etica anche con i servizi: le nostre banche attualmente sono la Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, che per statuto impiega parte del capitale per iniziative culturali sul territorio ed è “Banca non armata” (ossia non finanzia l’esportazione e vendita di armi verso Paesi in conflitto), il Credem (“banca non armata” di proprietà di una famiglia, indipendente da grossi gruppi) e Ubibanca, anch’essa non è “banca armata”; in particolare, la sua Policy sulle Armi le vieta di intrattenere rapporti con società coinvolte nella produzione, sviluppo, stoccaggio, commercializzazione e/o vendita di armi di distruzione di massa e di altre armi cosiddette “controverse” (es. mine).

Bensos

Via Fibbia 8 25089
Villanuova sul Clisi (Bs) Italia
Phone/Fax: +39 0365 374960
Cell.: +39 3899614913
          +39 3286250852
Website: https://www.bensos.com
Email: [email protected]

Iscriviti alla Newsletter

Prodotti, Offerte e News Bensos sulla detergenza ecologica!


Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Tazza.