come pulire fornelli e le superfici cucinaSpesso si sentono pubblicizzare detersivi ad azione disinfettante per uso domestico, da usarsi con frequenza giornaliera sui fornelli e su altre superfici della cucina e della casa.

Quali possono essere i contaminanti delle superfici di casa

Esistono vari studi pubblicati, i quali rilevano che sulle superfici interne di abitazioni sono stati trovati funghi, principalmente del genere Penicillium (considerati poco generalmente a bassa pericolosità) e batteri dei generi Actinobacteria (ubiquitari nel terreno, che viene trasportato dalle scarpe sul pavimento) nonché Bacteroidetes, Firmicutes e Proteobacteria (questi ultimi tre fanno parte della flora batterica intestinale). Le contaminazioni maggiori sono risultate associate a superfici non frequentemente pulite, come fornelli, porte dei frigoriferi e pavimenti. [Bibliografia: “La contaminazione microbiologica delle superfici negli ambienti lavorativi”, Inail 2017; “Encyclopedia of Food Microbiology”, Science Direct 2014].

È davvero importante disinfettare tutti i giorni le superfici di casa?

La pratica della disinfezione frequente, tuttavia, è indicata solo quando si tratta di comunità con tante persone (ospedali, scuole, mense, etc.) oppure di ambienti lavorativi in cui si trattano materiali a rischio, come gli alimenti (industrie dell’alimentazione, cucine di alberghi e ristoranti). Nelle case, muffe e batteri sono sì presenti, ma generalmente con bassi livelli di contaminazione.

Perché è meglio evitare la disinfezione, quando possibile?

Disinfettare “troppo” può avere varie conseguenze poco piacevoli:

  • se batteri o muffe rimangono nascosti dietro invisibili grumi di sporco, invece di essere uccisi vengono fortificati, subiscono una mutazione e la volta successiva resisteranno anche all’attacco diretto del disinfettante (batteri e funghi super-resistenti);
  • se il disinfettante viene somministrato in dosi più diluite del dovuto, per esempio in presenza di acqua, oppure rimane troppo poco a contatto dei microbi, questi ultimi non moriranno e ne risulteranno fortificati (vedi sopra).

Esempi ne sono le infezioni ospedaliere, ma anche i meccanismi di azione degli antibiotici (si pensi agli effetti delle somministrazioni troppo brevi, oppure a dosaggio troppo basso rispetto a quanto indicato dal medico).

Insomma: la pratica della disinfezione deve essere attuata con grande attenzione e, se non è strettamente necessaria, è generalmente da evitare.

sgrassatore multiuso per pulire superfici cucinaCome rimuovere batteri e muffe senza disinfettare

I bassi livelli di contaminazione mediamente riscontrabili nelle case vengono agevolmente gestiti tramite l’uso di detersivi ad azione sgrassante, che permettono di rimuovere lo sporco in cui trovano rifugio le colonie batteriche e fungine senza usare agenti disinfettanti che possano creare resistenza batteria o fungina. I detersivi non creano questi meccanismi, semplicemente rimuovono le “casine” di sporco in cui i microbi hanno trovato ospitalità. A volte disgregano alcune molecole che formano i microbi stessi (per esempio, il pH alcalino può denaturare le molecole proteiche), ma senza agire come i disinfettanti.

Bensos consiglia di usare detersivi non disinfettanti per le pulizie giornaliere

Tranne in caso di persone con le difese immunitarie abbassate (per cui vanno adottati alcuni accorgimenti) oppure di contaminazione da Sars-CoV-2 (per cui si devono utilizzare soluzioni alcooliche o acqua ossigenata), le pulizie giornaliere dei piani di lavoro in cucina, dei pavimenti e dei sanitari si possono gestire efficacemente con detersivi dotati di buon potere sgrassante. Il più versatile è lo Sgrassatore Universale: puro è ottimo sui fornelli e nel bagno; opportunamente diluito (10 ml su 5 litri d’acqua) è un ottimo lavapavimenti.

Se si pulisce tutti i giorni, la cucina, il tavolo da pranzo e i piani di lavoro possono essere puliti anche con il pratico Multiuso, facile da sciacquare e davvero comodo per le piccole pulizie anche in bagno.

Chi ha le mani delicate ma non ama usare i guanti, si troverà senz’altro bene nello sgrassare i fornelli con il Lavapiatti a mano, ricco di emollienti, mentre in bagno utilizzerà volentieri lo Sgrassatore 9 per la stessa ragione.

Bensos produce anche gli igienizzanti della Linea Forte (Igienizzante Neutro, Igienizzante Concentrato, Prontoigiene, etc.), ma ne consiglia l’utilizzo solo in maniera sporadica salvo necessità, per le ragioni sopra descritte.

Lascia un commento

Privacy Policy (richiesto). Acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali al fine di inviarci il tuo commento.

*