L’asciugatrice è un tipo di elettrodomestico relativamente recente, tuttavia è già considerato fra quelli indispensabili da molte famiglie, specialmente quelle numerose. Il suo uso presenta, in effetti, vari vantaggi: oltre all’ovvia asciugatura dei capi, li rende più soffici e, se usata con accortezza, permette di evitare completamente l’uso del ferro da stiro. Quest’ultimo aspetto rivaluta anche le problematiche di impatto energetico legate all’uso dell’asciugatrice: quest’ultima può essere infatti utilizzata a basso regime di asciugatura del bucato, nonché quindi di consumo energetico, evitando il corposo consumo di energia elettrica dovuto all’uso del ferro da stiro. Per non parlare della fatica fisica in meno…

L’asciugatrice tuttavia, come tutti gli elettrodomestici, ha bisogno di un minimo di manutenzione per funzionare sempre al meglio e non dare problemi. La prima cosa da fare, in occasione di ogni utilizzo, è tenere puliti i filtri primari sul portello e in prossimità della guarnizione di chiusura dello stesso. Questo tipo di pulizia viene effettuato manualmente, asportando delicatamente con le dita i pelucchi, che spesso vanno a formare un “feltro”, una specie di lanetta. Lanetta e pelucchi vari vanno gettati nella spazzatura indifferenziata e non nell’acqua (lavandino o water), in quanto spesso contengono fibre sintetiche che, purtroppo, tramite le acque di scarico vanno a finire nei mari e costituiscono in parte le famigerate microplastiche.

Ogni qualche settimana bisogna invece aprire l’apposito sportellino e smontare i filtri secondari, avendo cura di pulirli con una spugna umida o bagnata. Anche i pelucchi originati da questa pulizia vanno gettati nell’indifferenziato. Poiché questa zona dell’asciugatrice può ospitare molta umidità, bisogna verificare che non ci sia presenza di muffe. In questo caso, dopo la pulizia con spugna è consigliabile spruzzare accuratamente sui filtri il Prontoigiene, lasciandolo agire 15 minuti prima di riposizionare il filtro nella sua sede.

4 Commenti
  1. Buonasera,
    grazie per le indicazioni in merito alla igienizzazione di filtri dell’asciugatrice.
    Chiedo: non bisogna rimuovere il Prontoigiene prima di riposizionare il filtro?
    Grazie

    • Buonasera Veruska, il Prontoigiene è autoasciugante, non rimangono quindi residui particolari se non le cellule morte dei batteri, lieviti o muffe sottoposti a igienizzazione; eventualmente, si può passare un panno per la loro rimozione.

  2. Quindi anche quando si usa il prontoigiene sui sanitari, compreso l’asse del wc, non è necessario il risciacquo? Grazie

    • Buongiorno Valeria, confermo: il Prontoigiene non lascia residui tossici è non è irritante, quindi può essere toccato anche se non si è asciugato completamente.
      Allorché venga usato in ristorazione per la sanificazione di superfici e attrezzi da lavoro (es. affettatrici), in quel caso è comunque generalmente consigliabile rimuoverne le eventuali gocce residue con un panno pulito in quanto si parla di contatto diretto delle superfici con gli alimenti.

Lascia un commento

Privacy Policy (richiesto). Acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali al fine di inviarci il tuo commento.

*