sbiancanti ottici detersivi per bucato biancoChi non ha mai sentito parlare del “bianco più bianconel bucato? Ormai questo “mantra” si è fissato nelle nostre menti più delle tabelline… Certo, andare in giro con una camicia o un vestito che sembrano scintillare al sole dà una certa soddisfazione.

Ci possiamo fidare o dietro si nasconde qualche insidia? Vi raccontiamo perché Bensos non utilizza gli sbiancanti ottici, responsabili di questo effetto.

Gli sbiancanti ottici: cosa c’è dietro l’apparenza

Per chi ha a cuore gli aspetti ecologici, diciamo subito che i requisiti minimi per essere considerate ecologiche queste sostanze non li hanno: nessuna di esse è biodegradabile. Questo significa che, per quanto siano presenti nei detergenti in concentrazioni basse, si accumulano nell’ambiente acquatico e nei sedimenti in quantità via via sempre maggiori, finendo nella catena alimentare dei pesci.

E qui viene il secondo punto che rende perplessi sull’opportunità di usarli. Numerosi studi infatti descrivono la capacità di queste sostanze di interferire con il sistema endocrino, qualificandoli come probabili “endocrine disruptors” (ED).

Le conseguenze sulla salute

In particolare due sostanze, derivate dell’ammino stilbene e del distiril bifenile, che sono proprio fra quelle più utilizzate come sbiancanti ottici in detergenza, hanno dimostrato di inibire i meccanismi di ricezione degli ormoni estrogeni da parte dei recettori che fisiologicamente sono deputati a farlo nell’organismo umano. In pratica, disturbano il normale funzionamento di questi ormoni, che sono coinvolti nelle funzioni dell’apparato riproduttivo femminile.

Inoltre, vi sono segnalazioni di problemi a livello occupazionale nelle industrie in cui si produce uno di questi sbiancanti: fra gli operai maschi che vi lavorano, molti hanno problemi dovuti alla diminuzione dell’ormone testosterone nel loro organismo, che gli scienziati tendono a correlare con la produzione di sbiancante.

Le conseguenze sull’ambiente

Gli studi condotti dalle università stanno approfondendo l’influenza di questo tipo di sostanze sui pesci. Per esempio il recettore di estrogeni (ER), ossia la parte dell’organismo che subisce l’interferenza di sostanze come quelle sopra descritte non si trova solo nell’Uomo, bensì anche in tanti animali, fra cui la trota iridea. Sembra che anche il sistema riproduttivo dei pesci possa essere disturbato da queste sostanze disperse nelle acque. Le conseguenze si potrebbero manifestare, per esempio, nella riduzione di popolazione di alcune specie di pesci. Questo, insieme alle tante problematiche legate ai cambiamenti climatici, alla lunga può creare grossi problemi agli ecosistemi.

Che cosa fa Bensos: detersivi per bucato bianco

detersivi per bucato bianco, addittivo sbiancanteBensos ritiene che l’impatto sull’ambiente e sulla salute di sostanze come gli sbiancanti ottici sia troppo elevato per poterle utilizzare, quindi non li utilizza per alcun detersivo né prodotto cosmetico.

In particolare, essendo gli sbiancanti ottici più comuni nei detersivi per il bucato, propone un’alternativa ecologica e sana all’uso di sbiancanti ottici: la sbianca ecologica con acqua ossigenata o con sodio percarbonato. Quest’ultimo viene proposto con il nome di Additivo Smacchiante, da utilizzarsi abbinato al Lavabiancheria o in taluni casi al detersivo per Capi Delicati.

Utilizzati correttamente, questi prodotti sono perfettamente in grado di assicurare un bucato pulito, deodorato e smacchiato. Magari non sarà scintillante come quello trattato con gli sbiancanti ottici, ma sarà comunque bianco e sicuramente molto più sano.

Bibliografia: database RTECS, ECHA, IUCLID; Environmental Toxicology and Chemistry, Vol. 27, No. 2, pp. 442–451, 2008; Bioenvironmental Issues Affecting Men’s Reproductive and Sexual Health 2018, Pages 439-455

Lascia un commento

Privacy Policy (richiesto). Acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali al fine di inviarci il tuo commento.

*